La Pieronza

A settembre la Fulvia, l’amica del cuore di Cheddonna, aveva cominciato l’inserimento  del piccolo Ernesto, detto “Che”, al nido comunale.Ad attenderla sulla soglia, il primo giorno, aveva trovato la bionda e truccatissima direttrice, Marisa, che l’aveva condotta a visitare i vari ambienti dedicati ai piccoli ospiti.“Questa è  la stanza dei lattanti, dove accogliamo i bimbi… Read More La Pieronza

La colf

“Adesso che  Consuelo è tornata al suo paese mi toccherà cercare una nuova colf ” , disse Cheddonna alla sorella Cheddolce, spingendo il carrello della spesa.” La signora che viene da te non ha qualche ora libera?”“No, cara, la Giovanna è troooppo occupata…viene già da me tutte le mattine e al pomeriggio è da mia… Read More La colf

Gaetano

“Mamma, mi compri un cane?” Il ritornello che da qualche settimana IlPrincipe continuava a ripetere era sempre lo stesso.“Ma caroooo, un cane è impegnativo, bisogna portarlo in giro tre volte al giorno, lavarlo, pettinarlo, dargli da mangiare… e raccogliere i suoi bisogni!”obiettava Cheddonna, con un’espressione lievemente disgustata.“Ma ci penso io, farò tutto quello che serve. Dai,… Read More Gaetano

Doner kebab

Dopo un iniziale tentativo di boicottaggio, Cheddonna aveva dovuto accontentare la richiesta di IlPrincipe di invitare a pranzo il suo compagno di scuola, Amir.Per l’occasione, dopo essersi documentata sulle tradizioni culinarie maghrebine, Cheddonna si era spinta, non senza esitazioni, fino alla più vicina rivendita di kebab per acquistare il pranzo per il suo inconsueto ospite.Fermandosi… Read More Doner kebab

Piazze

“Ore 17. 15, piazza della Repubblica, con una  sciarpa rossa intorno al collo.” Lo strano messaggio, inoltrato da un mittente sconosciuto, lampeggiava sul display del cellulare di Cheddonna, che si stava ancora chiedendo cosa significassero esattamente quelle parole, allorchè la Fulvia suonò il campanello dell’appartamento dell’amica di sempre, spingendo un passeggino con a bordo il… Read More Piazze

Multiculturalità

Il post  sulla sua bacheca di facebook:“Ma cosa diavolo importa all’Istat sapere quanti bagni ho in casa?” aveva suscitato ben 37 commenti e 25 “mi piace” da parte dei numerosi amici di Cheddonna. Appena sotto spiccava quello di Metallopesante, l’esile ragazzino con le lentiggini che aveva salutato dopo l’esame di quinta elementare dicendo “chissà mai… Read More Multiculturalità

La scighera

A Cheddonna non era mai piaciuta la nebbia:  l’aria carica di umidità le arricciava  irrimediabilmente i capelli appena stirati,  vanificando il lavoro del parrucchiere, e questo era già di per sé piuttosto seccante. Come se non bastasse la nebbia, naturale nemica degli automobilisti, costituiva un serio impedimento alle sue quotidiane sessioni di shopping. Infine   la… Read More La scighera

Loziovescovo

Quasi tutti hanno almeno uno zio prete, o una zia suora, o un cugino frate, qualcuno persino un monsignore, pochissimi, però, possono vantare tra i propri parenti più stretti uno zio vescovo. Cheddonna, naturalmente, era fra questi.  Loziovescovo, così veniva chiamato in famiglia l’alto prelato, oltre naturalmente ad essere il prozio di Cheddonna,era nientepopòdimenoche il… Read More Loziovescovo

Bugie e piccoli tradimenti

                                     Dopo un pomeriggio di shopping selvaggio per le vie del centro, Cheddonna e la sorella Cheddolce, con le braccia cariche di eleganti ed eco-sostenibili sacchetti griffati, si apprestavano a ritornare alle rispettive vetture quando l’attenzione di entrambe fu attratta irresistibilmente da un’ultima, scintillante vetrina, che metteva in mostra un paio di favolose decolté tacco… Read More Bugie e piccoli tradimenti