Un pensierino per te


Di ritorno da un’estenuante sessione di shopping natalizio, nel caos colorato e multiforme delle strade addobbate a festa, Cheddonna, già un po’ contrariata per essere stata costretta a parcheggiare la macchina a più di cinquanta metri dalla meta dei suoi acquisti, si trovò di fronte un imprevisto quanto seccante fuori programma.
Dalla parte opposta del marciapiede stava arrivando Laluisa, che agitava freneticamente le braccia nel tentativo di richiamare la sua attenzione.
Dopo aver finto per un po’ di non vederla, Cheddonna si rese conto che l’incontro era ormai inevitabile, perciò, sfoderando uno dei suoi sorrisi più smaglianti andò incontro a Laluisa con un “Tesooorooo! Che piacere vederti!”seguito dai canonici due baci schioccati all’aria.
“Anche tu a cercare gli ultimi regali, vedo!” la salutò Laluisa, sbirciando con apparente noncuranza nei sacchetti appesi alle braccia di Cheddonna. “Sarei passata a farti gli auguri, ma visto che ci siamo incontrate…ecco, un pensierino per te!” e, così dicendo, le allungò un pacchetto che , a giudicare dalla forma e dal peso, doveva certamente contenere un libro.
“Oooh, grazie! Non dovevi!” rispose Cheddonna, frugando affannosamente in uno dei suoi sacchetti. “Anch’io ho un regalo per te…aspetta che non riesco a trovarlo…ecco qui!” e Cheddonna estrasse trionfalmente un pacchetto dorato dall’aria molto sofisticata, realizzato un attimo prima, insieme a molti altri tutti uguali, dall’abile commessa di una profumeria del centro.
“Grazie, cara! Non ti offendi, vero, se lo apro a Natale? Sai, ci tengo alle tradizioni!”
A Cheddonna non dispiaceva affatto, e dopo aver assicurato a Laluisa che avrebbe fatto lo stesso, la salutò con altri due baci virtuali, dirigendosi verso casa.
Appena salita in macchina, però, la curiosità ebbe la meglio e Cheddonna, scartato il pacchetto, si trovò effettivamente davanti un libro, intitolato “L’uncinetto nei secoli ”.
Un po’ sorpresa lo aprì e sulla prima pagina vide scritto: “A Laluisa, con affetto. La mamma”. Rimasta senza parole Cheddonna pensava che, almeno, il regalo d’emergenza che era riuscita a improvvisare per Laluisa non era riciclato.
“Una vera mancanza di stile!”concluse.
Nello stesso istante Laluisa, rigirando tra le mani il dopobarba uscito dal pacchetto di Cheddonna, stava pensando la stessa cosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...