Piezz’ e core


“I figli so’ piezz’e core”, pensava intenerita Cheddonna, guardando IlPrincipe  così cambiato, ormai, da  non somigliare neppure vagamente a quello che un tempo era stato il suo bambino.
“I figli so’ piezz’ e core”, pensava con amarezza Lastregadisopra, guardando Tuttasuopadre, così simile  al suo ex marito, Quelverme, da fargliela sentire, inconsciamente, un po’ ostile.
“I figli so’ piezz’e core”, pensava la Fulvia, guardando orgogliosa il “Che”, l’unica ragione per cui era valsa la pena di innamorarsi di uno come Losplendido.
“I figli so’ piezz’ e core”, pensava Tuttisuoi?, mamma numerosa, guardando divertita Donato, Diletta, Beniamino, Matteo, Teodoro, Dorotea e Adessobasta, e pensava anche che quando i pezzi sono tanti , diversi e colorati come coriandoli, non sarà sempre Carnevale, ma di certo non ci si annoia mai.

Un pensiero riguardo “Piezz’ e core

  1. Bello Chiara… hai dato una mano di poesia a ciò che ci stupisce come mamme…
    So piezz' e core… sempre e comunque da amarli e da guardarli ammirate… si… !Che Dio li Benedica e li guidi e protegga sempre… in questo mondo di pazzi, anche se assomigliano all'ex marito o compagno, o quando il ricordo di quel cucciolo che stringevi nelle braccia attaccato al seno, sembra lontano perché quel cucciolo è ormai uomo… ❤ ❤ ❤ Clelia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...