A volte ritornano


 Dopo che, durante l’intervallo della partita Italia-Costarica, la telecamera aveva inquadrato Losplendido, affascinante come sempre, e con l’aria di trovarsi perfettamente a suo agio tra le due bellezze locali che gli facevano corona, la Fulvia aveva dovuto spiegare al piccolo Ernesto, il “Che”, che, beh, quello era suo padre.
Lui l’aveva ascoltata con un’espressione concentrata, poi, soddisfatto della spiegazione, era tornato a giocare con Gaetano, il cane di Cheddonna, e nessuno dei due aveva più avuto bisogno di ritornare sull’argomento.
Poi, un giorno, Losplendido aveva deciso di tornare. “Voglio conoscere Miofiglio” aveva scritto in un sms alla Fulvia “Torno in Italia giovedì sera. Ci vediamo venerdì”
“Si chiama ‘il Che’, non Miofiglio”, aveva ribadito lei, ma poi aveva acconsentito a farli incontrare.
Unozio, il nuovo compagno della Fulvia, aveva fatto un passo indietro, e li aveva lasciati andare, cercando di tenere a bada i suoi pensieri neri.
E così si erano incontrati :la Fulvia, il Che e Losplendido, ed erano andati insieme al cinema.
“Miofiglio è bellissimo” aveva detto lui, appena l’aveva visto arrivare. “Sì, IL CHE ti somiglia moltissimo” aveva dovuto ammettere la Fulvia, calcando un po’ la voce su quel nome che aveva dovuto scegliere da sola, e che per nessuna ragione al mondo avrebbe voluto cambiare.
“Vuoi i popcorn!” aveva esclamato Losplendido,  dirigendosi al bar del foyer senza nemmeno aspettare la risposta del Che.
“Eccomi qua!Vuoi anche la coca? E le caramelle, vero?” e  prima di sparire nuovamente in direzione del bar aveva depositato tra le manine del Che una porzione di popcorn king-size,così grande che gli impediva di vedere lo schermo davanti a sé.
“Mamma, non ci vedo, li tieni tu?” aveva piagnucolato, mentre Losplendido continuava a riversargli in grembo i più svariati generi di conforto. La Fulvia aveva provato a fargli notare che poteva bastare così, e che dopo tutto il Che aveva già cenato, ma Losplendido non sembrava sentire ragioni.
“Ogni desiderio di Miofiglio è un ordine!” le aveva risposto, a mo’ di spiegazione.
“SSST! Quando arriva Unozio?Sta per cominciare” aveva tagliato corto il Che.
Losplendido non lo aveva sentito, o aveva fatto finta: difficile dire  cosa gli stesse passando per la testa, dietro gli occhiali scuri che ancora, nonostante in sala fosse già sceso il buio,  non si era deciso a togliersi.

3 pensieri riguardo “A volte ritornano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...