LAURAAAAAAAAAAH!


Dopo tre mesi di studio matto e disperatissimo-matto per IlPrincipe e disperatissimo per Cheddonna- di vacanze centellinate e di insalate di matematica che nemmeno Goldrake, il giorno degli esami era finalmente arrivato.
Un po’ appensantito dal triplo zabaione che NonnaNenna aveva insistito per preparargli, IlPrincipe era salito sulla macchina di Cheddonna, che l’aveva lasciato, tra mille raccomandazioni,  proprio davanti alla scuola ed era rimasta ad aspettarlo per le tre ore successive, leggendo, passeggiando nervosamente, ascoltando un po’ di musica.Quando finalmente lo aveva visto uscire dal portone l’autoradio diffondeva le note di “Gonna fly now” e Cheddonna, per un momento, si era immaginata IlPrincipe correre verso di lei gridando a squarciagola “Adriaanaaaaaaaaaaa!”, brandendo tra le mani un’immaginaria coppa dorata.
In effetti stava correndo. E gridava a pieni polmoni, anche. Ma non gridava “Adriana” e nemmeno “mamma”.
E non correva affatto nella sua direzione, ma verso una figura in lontananza i cui  lunghi capelli blu si confondevano con un cielo finalmente sgombro da nubi.
Pochi istanti dopo, sul display del telefonino di Chedddonna, era apparso un messaggio :”Tutto bene ma’. Torno col pullman. 😉  ❤
Era proprio ora di tornare a casa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...