Falso d’autore


“Ti piace la mia nuova Vuitton collezione Fall/Winter ?” le aveva chiesto la Fulvia, mostrandole una borsa Neverfull Mm, fatta con la  caratteristica tela monogrammata, con pochette annessa. “E’ così capiente, praticissima per una mamma che ha sempre mille cose da portare con sé!” aveva aggiunto, facendo un mezzo giro su se stessa.
“Bella, ma…l’hai  presa in saldo, cara?” aveva commentato Cheddonna, alzando un sopracciglio.
La borsa le piaceva molto, in effetti, ma ci sono cose che si devono acquistare solo a prezzo pieno, e una Vuitton era certamente una di queste.
“Meglio!” aveva detto la Fulvia, scoppiando a ridere “Me l’ha venduta un senegalese alla stazione. L’ho pagata 40 euro! Non sembra assolutamente originale? Dovresti proprio prenderne una anche tu!”
Effettivamente, per quanto la guardasse e la riguardasse, alla ricerca del particolare che potesse smascherarla come paccottiglia tarocca, la borsa le sembrava del tutto identica all’originale, fin nelle cuciture più nascoste.
Cheddonna non riusciva a capacitarsene.Il falsario doveva essere un professionista: nessuno si sarebbe potuto accorgere della differenza.
Ma non l’avrebbe comprata, non tanto per una questione etica o per paura di sanzioni. Con quel falso d’autore avrebbe potuto ingannare chiunque, ma non certo se stessa.

Un pensiero riguardo “Falso d’autore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...