Il segreto -Vitel tonné challenge III


Lo schermo del computer era nero, come la notte da poco trascorsa.
La luce incerta dell’alba, filtrando attraverso le tapparelle socchiuse, restituiva alla stanza i confini che il buio aveva inghiottito, annullandoli, e portando con sé  ogni traccia dello chef stellare.
Cheddonna si era stropicciata gli occhi: doveva essersi addormentata. Ma che giorno era?
“Oggi c’è la gara!” aveva esclamato, euforica.
Verso mezzogiorno, insieme a Miomarito, IlPrincipe e NonnaNenna, quest’ultima in qualità di presidente, nonché unico giurato del concorso, Cheddonna si era recata alla trattoria “da Pippo”, dove Erasmo Pisano, il proprietario, stava già aspettando i concorrenti.
Di lì a poco erano arrivate anche la Fulvia, con Unozio e il piccolo “Che”e Cheddolce, con Giannicaro e i ragazzi, entrambe reggendo un voluminoso involto.
Erasmo aveva lasciato che ogni concorrente preparasse il proprio piatto, utilizzando quelli della sua cucina, in assoluta solitudine, per aumentare la suspence.
Quando tutti avevano terminato di disporre il vitel tonné sui piatti, dietro a ognuno di essi  era stata posta una fotografia del rispettivo autore, girata in modo che non fosse visibile all’esaminatrice.
La tensione era alle stelle: Cheddonna e Cheddolce si lanciavano occhiate assassine, sotto lo sguardo divertito di Erasmo,  mentre la Fulvia sorrideva per il tifo spietato dei suoi uomini.
NonnaNenna, brandendo una forchetta, si era avvicinata al primo piatto e lo aveva assaggiato, concentratissima. Tutti gli occhi erano puntati su di lei, e il silenzio si tagliava col coltello, proprio come il vitel tonnè in questione.
“Mmm… buono, neh, però è tagliato un po’ grosso, e ci sono troppi capperi.” aveva sentenziato, compilando la scheda di valutazione che Erasmo aveva appositamente preparato. La Fulvia era avvampata, autoaccusandosi suo malgrado.
Poi Nonnanenna era passata al secondo, che aveva assaggiato senza proferir parola, passando subito al terzo.
“Questo qui è tagliato sottile, sì, ma la maionese non è fatta in casa. Non si sentono le uova fresche!”aveva  commentato,  rammaricata. Erasmo, senza farsi vedere, era corso a nascondere il grosso barattolo di maionese industriale che aveva dimenticato sul bancone, avvampando, se possibile, ancor più della Fulvia.
Restava il quarto e ultimo assaggio.
NonnaNenna, pensierosa, aveva sostato a lungo davanti a quel piatto, tornando ad assaggiare il secondo, poi aveva compilato attentamente le schede di valutazione.
Cheddonna e Cheddolce si guardavano in tralice, ormai quasi certe che una delle due sarebbe stata la vincitrice.
“Al quarto posto: Erasmo”aveva annunciato Miomarito, incaricato di leggere gli esiti della votazione.
“Al terzo: la Fulvia e…al primo posto, ex aequo, Cheddonna e Cheddolce! Bravissime!  e complimenti a tutti i partecipanti!”aveva pronunciato infine, visibilmente sollevato dal risultato, che avrebbe allontanato, per questa volta almeno, la probabilità di un sororicidio.
“Ehm…brava”aveva detto Cheddonna, storcendo un po’ il naso.
“Bravissima anche tu, tesoro!” aveva cinguettato Cheddolce, stirando le labbra in un sorriso non condiviso dagli occhi.
“Brave, brave tutte e due, davvero!” aveva aggiunto la Fulvia, che aveva assaggiato entrambi i piatti, trovandoli eccellenti.
Erasmo se ne stava in disparte,  e riordinava la cucina rimuginando sull’errore che gli era costato la vittoria. A un tratto, sollevando il coperchio del bidone della spazzatura, aveva visto spuntare, nascosto tra i rifiuti, un foglio di carta oleata con un sole, i cui raggi sembravano ruotare su se stessi, e l’inconfondibile logo di Pick stampato sopra.
“A-ah! Lo sapevo, io!” aveva esclamato, trionfante, sventolando il foglio della blasonatissima rosticceria milanese sotto il naso di Cheddonna e Cheddolce.
Una delle due, era ormai chiaro, aveva giocato sporco. Ma chi? Impossibile scoprirlo guardando i volti delle due sorelle, che non tradivano la minima emozione; l’autrice del misfatto avrebbe certamente portato quel segreto con sé nella tomba.

Un pensiero riguardo “Il segreto -Vitel tonné challenge III

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...