Pappagalli 2.0


Uno può essere un caso. Due una coincidenza. Tre una strana coincidenza. Quattro un vero e proprio trend.
I pappagalli 2.0, quelli che prima dell’arrivo dei social si limitavano a emettere fischi di approvazione al passaggio di una bella donna o a tentare un’avance più o meno diretta, ora avevano trovato terreno fertile nella rete, che dava loro l’opportunità di celarsi dietro un rassicurante anonimato.
A Cheddonna capitava sempre più spesso di imbattersi, nella sua casella di posta,  in messaggi di uomini sconosciuti, provenienti dalle più disparate parti del mondo.
“Ciao, Cheddonna, ho visto che hai scritto un libro interessantissimo: “Fornelli estremi: la cucina di sussistenza…”
“Davvero? Poi dimmi cosa ne pensi!”
“Ah, mi liquidi così…”
Oppure: “Sai che sei proprio una bella donna?”
“Felicemente sposata, però”
“Ma io non sono geloso!”
O anche: “Ciao, vorrei conoscerti meglio…”
“Io… anche no.”
Niente di volgare, per fortuna, né di particolarmente imbarazzante o inedito, e a Cheddonna capitava perfino di riderne insieme a Miomarito, quando glielo raccontava, ma quando, nello sbirciare i profili di coloro che le avevano scritto quei messaggi, si trovava di fronte le facce sorridenti di orgogliosi padri di famiglia con bimbi in braccio e mogli di fianco, pensava che, almeno, prima dell’avvento di facebook, i tentativi di abbordaggio si dovevano fare “de visu”, mettendoci, appunto, la faccia.

2 pensieri riguardo “Pappagalli 2.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...