Labbra-a-canotto


download (3)“Losplendido ha chiamato ieri sera. Dice che si trasferirà in Italia, a casa di Labbra-a canotto, la sua nuova compagna, il mese prossimo. Così potrà vedere più spesso il “Che”, dice.
Come se gliene fosse mai importato, poi!”
La Fulvia parlava a raffica, accompagnando le parole con la gestualità esasperata che utilizzava solo quando era in preda all’agitazione.
Cheddonna guardava l’amica: il volto spigoloso, dall’espressione perennemente assorta e un po’ accigliata, come di chi si sforza di leggere tra le righe, i riccioli indomiti, tenuti discosti dal viso da una matita usata a mo’ di fermaglio, la ruga sottile che le tagliava in due la fronte e quelle, più marcate, ai lati della bocca: impronte di un’esistenza in equilibrio tra il pianto e il riso, l’impegno e la leggerezza. Il pancione del settimo mese e quei chili in più che spiccavano sul suo fisico di solito sottile, la rendevano più morbida, in un contrasto stridente con il tono aspro della sua voce e lo sguardo improvvisamente indurito.
“Tu come stai?” le aveva chiesto, soltanto.
La Fulvia aveva guardato Cheddonna, come se si fosse accorta solo allora della sua presenza.
“Sto bene! Unozio è un tesoro, e sono sicura che sarà un bravissimo papà per questo bambino, come lo è per il “Che”…”
“Ma?” l’aveva incalzata Cheddonna.
“Ma, dico io, Losplendido è scappato in Brasile perché non accettava l’idea di avere una famiglia e ora si vuole addirittura sposare con una donna che ha ben due figli, per di più adolescenti,  e dice di voler recuperare il tempo perduto con il “Che”. Ma ti pare possibile?”
Cheddonna guardava l’amica, pensierosa. No, non le pareva  possibile. Certo, la vita è strana,  le persone a volte cambiano, senza che abbiamo il tempo di accorgercene e forse, dopotutto, anche per Losplendido era stato così. Ma, davvero, mettersi con una che, nel 2015, ha ancora le labbra a canotto, deformate da iniezioni di silicone, non è proprio possibile.

Un pensiero riguardo “Labbra-a-canotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...