Aiuta che il Ciel ti aiuta.


downloadAll’ultima riunione della Onlus “Aiuta che il Ciel ti aiuta”, di cui Cheddonna era presidentessa, era in corso l’inventario dei pacchi contenenti capi di vestiario da destinare alle famiglie bisognose della città.

In breve tempo sui tavoli del locale adibito a magazzino erano state impilate file di maglioni, camicie, pantaloni, scarpe e borse di ogni forma e colore, in attesa di essere passate in rassegna.

Ognuna aveva portato qualcosa: c’erano abiti in ottimo stato, alcuni con il cartellino del prezzo ancora attaccato, altri più consumati, altri ancora che avrebbero richiesto qualche rammendo, e infine quelli portati da Laluisa, che non eliminava mai niente dal suo guardaroba che non avesse almeno un buco o una macchia indelebile in un punto troppo visibile per essere dissimulato.

Cheddonna girava fra i tavoli con aria pensierosa; osservava gli abiti, li prendeva in mano per saggiarne la consistenza, e poi li riponeva, sempre più accigliata, soffermando lo sguardo su ciascuna delle signore presenti che, fasciate nei loro completi all’ultima moda, volteggiavano tra i tavoli ripiegando e impilando indumenti.”Possibile?” era sbottata, a un certo punto “possibile che, dopo tanti anni che facciamo volontariato, capiti ancora di trovare vestiti simili?”

Nel salone era sceso un silenzio imbarazzato, interrotto solo da qualche colpo di tosse e dalle notifiche dei cellulari.

Ognuna delle partecipanti alla riunione cercava di capire quale fosse la pietra dello scandalo, e guardava le altre  di sottecchi per cogliere in flagrante la colpevole, avendo preventivamente scartato l’ipotesi di poterlo essere in prima persona.

“Mi meraviglio di voi!” aveva proseguito Cheddonna, accalorata.”I nostri assistiti sono persone che hanno una dignità, proprio come noi! Non si può dare loro dei pantaloni rosa- lampone,  una camicia acquamarina, o una giacca giallo-mostarda…erano di moda l’estate scorsa, ma ora sono terribilmente out! Lo sanno tutti!”

 

 

Un pensiero riguardo “Aiuta che il Ciel ti aiuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...