Khrisna, le rose e i semafori rossi


Il mondo di Cheddonna

downloadQuando per lavoro vendi le rose ai semafori i giorni sono tutti uguali. Ci sono, sì, quelli in cui la gente va un po’ meno di fretta, e ha più voglia di comprare una rosa, o quelli in cui il traffico è così lento che il rosso sembra durare di più, ma in fondo si somigliano tutti, visti dal marciapiede vicino all’incrocio. Eppure per Krishna il lunedì e il mercoledì erano diversi da tutti gli altri, perchè sapeva che lei sarebbe passata di lì.
Cheddonna passava sempre davanti a quell’incrocio, quando accompagnava IlPrincipe a giocare a tennis, e quell’omino piccolo e scuro, dal sorriso simpatico, era diventato una presenza fissa per lei, che a volte gli dava qualche  spicciolo, o scambiava due chiacchiere con lui,  se il semaforo era rosso.
Allora lui le regalava una rosa, una di quelle che quando le togli dalla plastica si afflosciano sullo stelo, o…

View original post 56 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...