Mantenere sane abitudini anche d’estate: 3) non fare tardi la sera


alba“Mamma, stasera esco con Salvo il bagnino e i ragazzi del lido.C’è un falò in spiaggia.Facciamo tardi. Stai tra’.” recitava il messaggio de IlPrincipe.

“Anche stasera!” aveva esclamato lei, con disappunto. “E’ una settimana che fa tardi tutte le sere!”

“E’giovane, è in vacanza, e si sta divertendo. E poi Salvo e gli altri sembrano dei bravi ragazzi. Non preoccuparti” l’aveva rassicurata Miomarito, che in vacanza diventava di vedute assai larghe.

“Cenetta romantica noi due soli?”aveva proposto e, prendendola per mano, l’aveva guidata fino a un ristorantino affacciato sul mare.

Cheddonna, per qualche ora, non aveva più pensato a IlPrincipe.

Milletrecento chilometri più su, NonnaNenna si stava preparando a recarsi al concerto dei Pooh, insieme alla banda del N.O.N.N.A. (Nuova organizzazione nonne + o -novantenni ardite).

La sera avanti, alla fiera della porchetta, aveva fatto le due, e quella precedente, al Circo all’aperto, addirittura le tre.

“Alla nostra età tre o quattro ore di sonno sono anche troppe!” ripeteva spesso, e la Zaira, l’Armida e l’Elvezia approvavano incondizionatamente.

A Cheddonna, invece, ne servivano otto, come minimo. Solo che, da quando IlPrincipe aveva cominciato a uscire, la sera, non riusciva a chiudere occhio fino a quando non lo sentiva rientrare, e ora, dopo una settimana di vacanza, era ridotta a uno straccio.

Stringendo tra le mani l’ennesima tazza di caffè, mentre aspettava il ritorno de IlPrincipe sulla terrazza  a picco sul mare, Cheddonna aveva visto il cielo tingersi di rosa e il sole uscire dalle acque, laggiù all’orizzonte, incendiando il mare con i suoi raggi dorati.Aveva osservato i pescatori aggiustare le reti nel piccolo porto antistante, prima di partire con le lampare accese per riempire di pesci guizzanti le cassette del vicino mercato ittico, e aveva visto il grande vulcano velarsi di nubi, e svelarsi all’improvviso, punteggiato di lucine tremolanti che facevano pendant con le stelle, la notte.

“Ciao, ma’! hai fatto after anche tu? Che fai, sbocci a caffè nero?” l’aveva apostrofata IlPrincipe, trovandola sveglia, al suo ritorno.

Ma sì, forse aveva ragione lui, pensava Cheddonna. Andando a letto presto, anche in vacanza, si perdono un sacco di cose.

 

 

 

 

3 pensieri riguardo “Mantenere sane abitudini anche d’estate: 3) non fare tardi la sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...