Di malavoglia


casa del nespolo“Oggi, invece di andare al mare, andremo a visitare Acireale, Aci Castello e Aci Trezza…”aveva esordito Cheddonna, la mattina a colazione.

“Lo sapevi, cara, che oltre a  quelle che hai citato vi sono altre quattro “Aci”? Aci Bonaccorsi, Aci san Filippo, Aci Sant’Antonio e Aci Catena.

Il mito racconta che la ninfa Galatea fosse innamorata del giovane Aci e che il  ciclope Polifemo, geloso, un giorno avesse cercato di attirare Galatea con le note del suo flauto, ma non essendoci riuscito, infuriato, avesse scagliato  un enorme masso contro i due amanti, uccidendo Aci. Lei, poi, secondo Ovidio, trasformò il sangue dell’amato nelle acque di un fiume: l’Aci, da cui prendono nome questi paesini”.

“Polifemo? quello stordito che, dopo che Ulisse l’aveva accecato, gridò ai suoi fratelli che era stato Nessuno? Un imbranato totale…” aveva commentato IlPrincipe, addentando la sua brioche con gelato.

“Sì, la leggenda dice che i faraglioni di Aci Trezza altro non siano che i macigni lanciati dal ciclope  a Ulisse in fuga…” aveva chiosato Miomarito.

“E proprio ad Aci Trezza sono ambientati ‘I Malavoglia’.Oggi andremo a visitare anche la casa del nespolo, che ospita un piccolo museo dedicato all’opera  di Giovanni Verga!”aveva aggiunto Cheddonna, raggiante. 

“Chi? Quello che sbraita sempre con tutti e fa il bullo con Leopardi su “Se i social network fossero sempre esistiti? Ahahah! No, ma sul serio vuoi andarci? Già la prof voleva che leggessimo quel mattone e per fortuna ho trovato il riassunto su Wikipedia… e cheppalle!” e IlPrincipe si era chiuso in un mutismo dal chiaro intento sovversivo.

Ma Cheddonna, imperterrita, aveva finto di ignorarlo e, a passo deciso, aveva guidato marito e figlio verso la meta del suo pellegrinaggio letterario.

“Dev’essere quella, lì, sulla salita  di fianco alla chiesa. La riconosco dal portone ad arco e dal nespolo, nel piccolo cortile. Non mi sbaglio, è proprio come viene descritta dal Verga…sento che è lei!”aveva esclamato Cheddonna, incespicando sul tacco dodici, per l’emozione di trovarsi in quel luogo.

“Sfido, sul muro c’è scritto ‘Museo casa del nespolo'” aveva commentato IlPrincipe, acido.

All’interno, all’ombra di una piccola rientranza, sedeva una ragazza di circa vent’anni dai capelli scuri come i suoi occhi, simili alla pietra lavica che orna le coste di quel tratto di Sicilia, e dal sorriso aperto e ospitale.

“Benvenuti! Purtroppo stiamo quasi per chiudere, ma se volete qualche informazione sarò lieta di aiutarvi”aveva esclamato, rivolta soprattutto a IlPrincipe.

Quest’ultimo, staccatosi le cuffiette che, essendo waterproof, non toglieva mai nemmeno sotto la doccia, si era mostrato improvvisamente molto interessato alle spiegazioni, e continuava ad annuire, ascoltando la ragazza e ostentando un’aria competente.

“Eh, sì, ricordo: la Provvidenza, i lupini (chissà cosa diavolo erano, mah?), padron ‘Ntoni…l’abbiamo letto al liceo, un capolavoro!” aveva detto, per impressionare la guida.

Cheddonna, intanto, sorridendo tra sé, osservava le reti da pesca, il piccolo tavolo con le poche stoviglie  e l’unico letto in ferro battuto che componevano l’arredamento di una delle due stanze della minuscola casa e si domandava come diavolo facessero a starci padron ‘Ntoni,  Bastianazzo, la Longa, ‘Ntoni, la Mena, Luca, Alessi e la Lia in quei pochi metri quadrati.

Uscendo di lì col numero di telefono della guida, IlPrincipe, ritornato improvvisamente loquace, aveva domandato a Cheddonna :”Ma’, quando torniamo mi presti “I Malavoglia”? Deve essere un libro fighissimo!”

 

 

 

3 pensieri riguardo “Di malavoglia

  1. Io il mio grande lo ho ancora nella fase “alimentare”…ma si sa questi due sono i grandi motori dell’Universo!!! Se avessimo avuto una bimba io e mia moglie l’avremmo chiamata Galatea (non per la ninfa però, per il nome di uno dei personaggi de “L’Uomo Bicentenario).

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...