Fra un mese è santo Stefano


Il mondo di Cheddonna

“Ma ci pensi? Fra meno di un  mese è Natale.Quest’anno prepareremo insieme l’albero e i biscotti allo zenzero e Unozio si travestirà da Babbo Natale e li mangerà di nascosto, non è meraviglioso?” le aveva detto la Fulvia, tutta elettrizzata, immaginando gli occhi del “Che” davanti al mucchio dei regali da aprire, la mattina del 25 dicembre.

Cheddonna pensava alle decorazioni che facevano tanto Natale, quando le tirava fuori dagli scatoloni, ma che già il ventisei dicembre avrebbe voluto impacchettare di nuovo, perchè  le mettevano malinconia;  ai tanti regali che avrebbe dovuto e ai pochissimi che avrebbe voluto  veramente comprare, e  ricevere; all’inguardabile maglione norvegese con le renne, regalo di Miasuocera,  che Miomarito indossava, per tradizione, ad ogni pranzo di Natale, a IlPrincipe che spariva in camera sua subito dopo il panettone.
Pensava che aveva sempre odiato la  frase “a Natale siamo tutti più  buoni”; lei, a Natale, era più cattiva del solito…

View original post 11 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...