-Interessante!- aveva commentato L’altrozio, sistemandosi le extension, -adoro il Decamerone, è così…trasgressivo!

-Il Decame-che?-aveva domandato Laluisa, perplessa,-cos’è, una rivista di arredamento?

-Un capolavoro della letteratura trecentesca, unico, nel suo genere,- le aveva spiegato pazientemente Miomarito.

  • Mi ricordo la novella di Chichibio e la gru!- era saltata su NonnaNenna, rivolta a Cheddonna e Cheddolce -ve la raccontavo sempre, quando eravate bambine!

-E quella di Lisabetta da Messina, che nascose la testa del suo amante in un vaso di basilico…-aveva aggiunto Lastregadisopra, che stava pensando di fare lo stesso con suo marito, Quelverme.

-Una sorta di “50 sfumature di grigio” ante litteram, con tutte quelle novelle a sfondo erotico…-aveva commentato sottovoce la Fulvia, per non farsi udire da Loziovescovo, il quale, pur ostentando un ieratico distacco, non era riuscito a dissimulare un sorrisetto divertito.

-Si  chiama così perché è diviso in dieci giornate, durante le quali, a turno, i dieci protagonisti diventano “re e regine” e propongono agli altri un tema da trattare-era  intervenuta Cheddolce.

Cheddonna l’aveva guardata con un misto di stupore e incredulità. Non ricordava che sua sorella avesse mai letto un vero libro in vita sua.

  • Be’, che c’è? Lo so perché Pittibimbo doveva scrivere un tema sull’argomento e io, ehm, gli ho dato un aiutino…su Wikipedia c’è tutto!

-Su su, non perdiamoci in chiacchiere, -aveva tagliato corto Tuttisuoi? che, in quanto madre di sette figli, era un’autorità nel dirimere controversie tra fratelli. -Cheddonna, la tua mi sembra una splendida idea: che ne dici di essere tu la prima regina? (segue)

0 comments

Cosa ne pensi?

Mese per mese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: