Riassunto delle puntate precedenti: Riunitisi presso la sede del M.A.M.A. per festeggiare i 50 anni di Cheddonna al tempo della pandemia, Miomarito, NonnaNenna, Cheddolce, la Fulvia, Loziovescovo, L’altrozio, Laluisa, Lastregadisopra e Tuttisuoi? si trovano obbligati dall’ennesimo DPCM a restarvi confinati fino a nuove disposizioni. Dopo aver risolto alcuni problemi logistici e di approvvigionamento, i dieci compagni di quarantena devono decidere come trascorrere il tempo che li separa dal ritorno alla normalità. Cheddonna, citando il Boccaccio, propone che a turno ognuno dei presenti diventi “re o regina” per un giorno, e  racconti una storia agli altri e, in qualità di festeggiata, è proprio lei ad aprire le danze, con una ricetta di sussistenza inedita che deciderà di regalare ai suoi ospiti.

La regina della seconda giornata, nella quale si narra di avventure a lieto fine, è la Fulvia…

 

Con un gesto solenne della mano, Cheddonna aveva ceduto il posto sullo scranno di pietra alla Fulvia, regina della seconda giornata.

Quest’ultima, sentendo gli sguardi degli astanti fissi su di lei, si era accesa una sigaretta e, tra una boccata e l’altra, aveva cominciato a narrare:

-Vi ricordate tutti Losplendido, il compagno di liceo mio e di Cheddonna?

-Come no! -aveva pensato fra sè Cheddolce, – noi di terza liceo  l’avevamo eletto ginnasiale dell’anno!-

Cheddonna aveva annuito, a quei tempi chi non aveva una cotta per quel ragazzo dal ciuffo setoso e dai denti così scintillanti che ci volevano gli occhiali da sole per guardarlo, quando sorrideva?

-Be’, naturalmente io ero innamorata persa , mentre lui sembrava non accorgersi nemmeno che frequentavamo la stessa classe…-aveva continuato la Fulvia.

-Scusa- aveva puntualizzato Lastregadisopra, -ma poi hai avuto un figlio da lui, no?-

-Sì, il piccolo Ernesto, detto “il Che”, che è in classe con mia figlia Dorotea, no, scusate, con Beniamino-aveva spiegato Tuttisuoi?, che aveva qualche difficoltà nel ricordare i nomi dei compagni di scuola dei suoi sette figli.

-È vero,- aveva sospirato la Fulvia,-finito il liceo non ho saputo più niente di lui per quasi vent’anni, poi, un giorno, ci siamo rivisti ed è scoccata la scintilla…

-Ah, che storia romantica!  Vado matta per le storie a lieto fine!-aveva esclamato Laluisa battendo le mani, un attimo prima che NonnaNenna, stizzita, le assestasse una gomitata.

-Ssssh!-le aveva sibilato,-quando ha saputo che era incinta, lui l’ha lasciata…

-Purtroppo, però, lui se n’è andato in Brasile, alla ricerca del suo “io bambino” e quando è nato il Che io ero una ragazza madre…attempata.-aveva continuato la Fulvia, con una risata mesta.

Loziovescovo aveva scosso la testa, esclamando: -Mala tempora currunt!-

Nonnanenna, alzando gli occhi al cielo, aveva dato una gomitata anche a lui.

-Per fortuna potevo contare sui miei amici, Cheddonna, soprattutto,  e poi Miomarito e suo fratello Unozio, che mi è stato particolarmente vicino, in quegli anni difficili…

-Già, era innamorato di te da almeno dieci anni, ma non te n’eri mai accorta!-aveva esclamato Miomarito, sorridendole.

-Ma il nostro fratellino ha trovato il coraggio di dichiararsi e finalmente vi siete messi insieme,  e adesso avete anche una splendida bimba, Irene,-aveva aggiunto L’altrozio, soffiandosi sonoramente il naso e tamponandosi il mascara che iniziava a colargli lungo il viso.

-Anche se poi Losplendido è tornato a vivere in Italia e si è fidanzato con Labbra-a-canotto, hai presente?- aveva bisbigliato Cheddolce a Lastregadisopra.

-Certo, la mamma di Fighippo e Cessika,  lo so perché frequentano la stessa compagnia della mia Tuttasuopadre…-aveva commentato Lastregadisopra, sempre a bassa voce.

-E adesso  Losplendido è tornato a vivere in italia e ha deciso di fare il padre di due figli adolescenti, -aveva continuato la Fulvia, allargando le braccia,- un bel cambiamento, non vi pare?-

-Uhm, già, e che lavoro fa per vivere?- aveva domandato Tuttisuoi?, pragmatica.

-Fa il conduttore su un canale di televendite h24. L’ultima volta che l’ho visto in Tv presentava un piumino antipolvere rotante…-

-Fantastico!Tutto è bene quel che finisce bene!-aveva esclamato Laluisa, e stavolta tutti si erano trovati d’accordo con lei.

La Fulvia era scoppiata a ridere, poi, guardando solennemente i presenti, aveva aggiunto, spegnendo con la punta della scarpa la sigaretta ormai consumata : -il tema della terza giornata sarà “chi alcuna cosa molto da lui disiderata con industria acquistasse o la perduta ricoverasse”, e la regina sarà…Cheddolce!-

 

 

 

0 comments

Cosa ne pensi?

Mese per mese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: