LIBRO // BLOG

IL MONDO DI CHEDDONNA

In principio era Cheddonna, tutto il resto è una conseguenza.

In principio era Cheddonna, tutto il resto è una conseguenza.

Pubblicazioni

Le farfalle sotto l’arco di Tito Cheddonna è tornata col suo irrinunciabile tacco 12 ad affrontare i mille imprevisti che una Mogliemammafigliamica deve gestire ogni giorno.
Il mondo di Cheddonna Cheddonna ha quarantacinque anni, un marito, Miomarito, un figlio, IlPrincipe, e una vita straordinariamente normale.
Su di me

Chi è Cheddonna?

Questo blog, nato nel gennaio del 2012 su Blogger e approdato su WordPress nel 2015, raccoglie racconti che ho cominciato a scrivere nel 2009.

Da allora sono trascorsi, quindi, otto anni, durante i quali le vicende della protagonista, Cheddonna, e della sua famiglia, hanno continuato a svolgersi “in tempo reale”, come accade in quella specie di soap-opera che è la vita, e, anche ora, continuano nel tempo.

Così Cheddonna, che agli esordi era una quasi quarantenne con un figlio di nove anni, IlPrincipe, ora è una “splendida quarantasettenne”, alle prese con i problemi dell’adolescenza. Sposata con Miomarito, Cheddonna ha una sorella, Cheddolce, due genitori che non vede mai, il dottor Dante e la signora Berenice, e una nonna speciale, NonnaNenna.

Leggi tutto
Chi è Cheddonna?

Chi è Cheddonna?

Dal blog, nel maggio del 2015 è stato tratto un libro: “Il mondo di Cheddonna” che narra le avventure quotidiane della protagonista e degli altri personaggi dal 2009 al dicembre del 2014 circa, con qualche flash-back sull’infanzia di Cheddonna e sui primi anni de IlPrincipe, che nel blog non erano stati raccontati.

Su di me

Un blog diverso

No, non nel senso di “fricchettone” o di “figlio dei fiori”, anche se negli anni settanta io c’ero.

E’ alternativo perché non parla di cucina, di libri, o di madri e figli, come la maggior parte dei blog, ma è esso stesso un libro, che parla di madri e figli, di cucina e di molte altre cose. – Cioè? In che senso? – direte voi, restando in tema di anni settanta.

Avete presente i romanzi a puntate che venivano pubblicati sui quotidiani, tra l’Ottocento e il Novecento? Qualcosa del genere, ecco.

Leggi tutto
Un blog diverso

Un blog diverso

Otto anni fa, per gioco, ho cominciato a scrivere le storie di Cheddonna, madre apprensiva e cuoca “di sussistenza” , che vive le avventure straordinariamente normali della quotidianità senza scendere mai dall’inseparabile tacco 12.

Su di me

Su di me

-Cosa vuoi fare da grande?- era la domanda che, come tutti i bambini, mi sono sentita porre tante volte, man mano che diventavo grande.

-La scrittrice!-rispondevo io, spesso soltanto a me stessa, perché ero una bambina timida e facevo fatica a esprimere a voce alta i miei pensieri.-E la mamma…-aggiungevo poi, sempre a me stessa, giocando con le bambole, che adoravo.download Adesso che sono mamma di quattro figli, le bambole, coi loro sorrisi statici e i corpi inanimati, mi fanno uno strano effetto: mi sembrano bambini senza vita, e non mi piacciono più, ma questa è un’altra storia.

Leggi tutto
Su di me

Su di me

Mi è rimasta la passione per la scrittura, che, insieme a quella per i libri, non mi ha mai abbandonata. Scrivo quasi ogni giorno: su questo blog, sui social, e su file che per ora tengo soltanto per me, ma che vorrei che un giorno vedessero la luce.

Quest'anno

x
Nuovi articoli
x
Nuove storie
x
Nuovi personaggi
venerdì, gennaio 19, 2018

Clicca sui nomi evidenziati per scoprire curiosità o altre avventure dei personaggi di questo racconto!

 

 

 Loziovescovo, ospite a casa di Cheddonna per il periodo delle festività, aveva voluto fare un’improvvisata al  suo segretario di un tempo,...

venerdì, gennaio 12, 2018

Per chi volesse saperne di più, alcuni nomi presenti nel testo sono cliccabili, e riportano ad altri articoli.

 

Durante l’anno appena trascorso, alle riunioni del M.A.M.A., Cheddonna non aveva fatto altro che consolare madri afflitte, cercando di...

sabato, gennaio 06, 2018

Cheddonna non sapeva cosa fare. Non le era mai capitato di dimenticare i litchis. Chissà cosa avrebbero detto i suoi ospiti!

Per tutto il pranzo era rimasta ad osservarne le reazioni, per cercare di capire se avessero notato la mancanza del frutto...

venerdì, gennaio 05, 2018

Spingendo a fatica un carrello stracolmo, di quelli che tendono a sbandare a destra perfino quando sono vuoti, Cheddonna provava a farsi largo tra le corsie intasate del supermercato che, in quella vigilia di Natale, era il compendio dell’inferno ...