Migranti

Erano arrivati tutti insieme, i più giovani sotto il peso di zaini pesanti, con il loro futuro dentro, i più anziani con il passo lento di chi ha imparato che affrettarsi non serve. Più di mille persone ammassate in un cortile spoglio, in attesa di un appello che avrebbe dovuto assegnare loro un posto nel… Read More Migranti

Domai

A Cheddonna capitava spesso di fare domande che, nelle sue intenzioni, erano tutt’altro che retoriche, ma che finivano col diventarlo, per consunzione. -Miomarito, quando riesci a dare un’occhiata al rubinetto del bagno? Gocciola.- -Domani.- -Quando avresti intenzione di riordinare la tua camera, IlPrincipe?- -Mmm…∞ – A volte le rivolgeva anche a se stessa, peraltro col… Read More Domai

Uno strano, strano mondo…

Dopo la pubblicazione di “q.b.-manuale di cucina atomo-molecolare”, Cheddonna era stata invitata più volte a manifestazioni culturali ed eno-gastronomiche, alle quali aveva sempre partecipato volentieri, presentando le sue ricette a un pubblico sempre più interessato. Un giorno aveva ricevuto un invito alla “Sagra  della porchetta vegan con patate “, il cui piatto forte erano, naturalmente,… Read More Uno strano, strano mondo…

Che tempo fa. (Com’è realistico).

Una domenica mattina, sul tardi, Cheddonna stava pigramente rimandando il momento di lasciare l’abbraccio tiepido del piumino primaverile, e sonnecchiava con la mascherina oscurante ben calcata sul viso, quando, dalla stanza de IlPrincipe, aveva sentito provenire i primi, inequivocabili segnali del suo risveglio: una sinfonia di oggetti spostati, porte sbattute, sbadigli e grugniti in la… Read More Che tempo fa. (Com’è realistico).