Questo è un blog “alternativo”.

No, non nel senso di “fricchettone” o di “figlio dei fiori”, anche se negli anni settanta io c’ero.

E’ alternativo perché non parla di cucina,  di libri, o di madri e figli, come la maggior parte dei blog, ma è esso stesso un libro, che parla di madri e figli, di cucina e di molte altre cose.

– Cioè? In che senso? – direte voi, restando in tema di anni settanta.

Avete presente i romanzi a puntate che venivano pubblicati sui quotidiani, tra l’Ottocento e il Novecento? Qualcosa del genere, ecco.

Otto anni fa, per gioco, ho cominciato a scrivere le storie di Cheddonna, madre apprensiva e cuoca “di sussistenza” , che vive le avventure straordinariamente normali della quotidianità senza scendere mai dall’inseparabile tacco 12.

Nel 2012 ho aperto il blog, prima su blogspot e successivamente qui su wordpress, continuando a narrare le avventure di questo personaggio e aggiungendone molti altri.

Nel 2015 una casa editrice, Arpeggio libero, mi ha proposto di trarne un libro, e così è nato “Il mondo di Cheddonna”.

12187950_10205267942804986_4155926178919607074_o.jpg

Nel 2016, un’altra casa editrice, la XY.IT, ha voluto pubblicare il seguito: “Le farfalle sotto l’arco di Tito”.

16730665_10208517086271542_6722986825600784499_n

Le avventure continuano ogni settimana con #tornodivenerdì, ma qualche volta, in occasioni speciali, anche in altri giorni.

Se vi ho incuriositi, tornate di venerdì a vedere cosa combinano Cheddonna e i suoi amici!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: